Mantenersi leggeri senza rinunciare al pane (integrale) e al nostro tempo prezioso

0
22


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Tratto dal libro “The New Artisan Bread in Five Minutes a Day“, questi tipi di pane non richiedono impastatrice o una lavorazione complicata. Come per il pane bianco l’impasto, se utilizziamo farina integrale, è veloce da preparare e si può utilizzare quando serve, senza fretta. Si prepara davvero in soli 5 minuti al giorno perché il tempo effettivo di lavorazione è anche meno di 5 minuti, il resto del tempo lavora da solo per quanto riguarda la lievitazione, e la cottura.

Si tratta delle cosiddette ricette “no knead” cioè senza impasto, ricette che si basano sullo sviluppo autonomo della gabbia del glutine non manipolando e ripiegando la pasta durante l’impasto e la realizzazione del pane, bensì nel tempo. Infatti, le proteine contenute nella farina si trasformano in glutine se lasciate riposare per lungo tempo in frigo. Inoltre col passare dei giorni, la pasta sviluppa un sapore sempre più intenso.

In pratica si mettono insieme gli ingredienti mischiandoli per poco più di un minuto, si lascia lievitare per un paio di ore, poi si mette in frigo fino anche a 7 giorni, a 5c. Per un pane che cuocia veramente bene nei nostri comuni forni da cucina sarebbe il caso di utilizzare un “cuoci pane”, ovvero una particolare pentola in ceramica da forno.

Ogni volta che si vuole fare una pagnotta, si tirano fuori 3-4 etti di pasta da frigo, si forma una palla, la si fa lievitare 45 minuti per un’ora. Poi si inforna a 240 gradi per due sessioni da 30 minuti ed il gioco è fatto. Semplicissimo e con risultato sorprendente.

Preparazione:

Sciogliete il lievito nell’acqua

Aggiungete la farina

Aggiungete il sale.

Mescolate per 30-40 secondi fino ad ottenere un impasto grezzo

Coprite e lasciate lievitare 2 ore a temperatura ambiente circa fino al raddoppio del volume

Dopo il raddoppio mettete in frigo fino al momento dell’utilizzo (da 1 a 6 giorni)

Il giorno in cui cuocete, tirate fuori la pasta dal frigo.

Infarinatevi le mani e la superficie della pasta.

Tagliate un pezzo di pasta da 300-400 g e mettete la pasta rimanente nuovamente in frigo.

Avvolgete la pasta su se stessa, senza stringerla troppo, formate una palla e mettetela a lievitare nel cuociano ben infarinato.

Impostate il forno a 50 gradi e quando li avete raggiunti spegnete il forno e fate lievitare 45 minuti:

una volta lievitato e raddoppiato l’impasto scaldate il forno a 250° c.

Prima di infornare fate dei tagli con una lama affilata per permettere al pane di espandersi in cottura; infornate il cuoci pane chiuso e abbassate la temperatura del forno a 220 °: il cuoci pane agirà trattenendo il vapore sviluppato dal pane stesso permettendo così una buona cottura del pane anche all’interno.

Cuocete per circa 30 minuti in questo modo.

Dopo 30 minuti e quindi a metà cottura sollevate la campana e terminate la cottura del pane scoperto.

Cuocete per altri 30-40 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare il pane prima di tagliarlo.

Con la pasta che vi e’ rimasta in frigo, fate il pane nei giorni successivi, fino a che avete pasta, e voglia di pane.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.