Finanziaria, Musumeci: “Presto una nuova stagione di riforme”

0
34
Nella foto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, illustra la Finanziaria approvata lunedÏ nel corso di una conferenza stampa a Palazzo díOrleans assieme ad alcuni suoi assessori.


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Continuiamo a ribadire la soddisfazione per l’esito di una manovra che era stata preannunciata come una sorta di conflitto dalle dimensioni devastanti e invece e’ stato un civilissimo confronto tra il Governo da una parte e il Parlamento dall’altra. Abbiamo prontamente aderito alle richieste che venivano dai gruppi dell’opposizione finalizzate a un confronto alla luce del sole e quindi, in commissione prima e in Aula dopo, affinche’ la Finanziaria diventasse, come la legge vuole, patrimonio di tutti. Del Governo che la propone e del Parlamento che la integra”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, illustrando la Finanziaria approvata lunedi’ nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans assieme ad alcuni suoi assessori.

“Non siamo noi a dover fare le pagelle sulle iniziative assunte dai gruppi parlamentari, abbiamo grande rispetto per il lavoro dell’Ars, e alla fine devo dire che e’ emersa una legge assolutamente degna di considerazione, proprio perche’ risponde alle esigenze alle quali abbiamo improntato la nostra azione – ha aggiunto -. Anzitutto dotare la Regione degli strumenti di pianificazione di cui e’ assolutamente carente: pensate che solo per l’ambiente e il territorio mancano 7-8 Piani di programmazione; dare regole nei settori in cui governa il caos; massima attenzione allo sviluppo economico e quindi alle imprese; massima attenzione alle fasce deboli, quindi al welfare; taglio Dove possibile dei costi della politica, che sono diversi dai costi della democrazia”.

“Non c’e’ stato il muro contro muro, abbiamo dato atto alle opposizioni di non essersi abbandonate ad atteggiamenti di ostruzionismo, e’ stata la prima esperienza di questo Governo e la legge finanziaria non solo si muove lungo le linee tracciate dal Governo e rese note dalle dichiarazioni programmatiche a inizio legislatura, ma vede pienamente coinvolto il Governo e tutti i gruppi del Parlamento, quelli della coalizione e quelli delle opposizioni”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans, a Palermo.

“Adesso apriamo la stagione brevissima del ‘collegato’ alla Finanziaria: il 9 maggio il mini strumento contabile dovrebbe arrivare in Aula, e anche li’ sono presenti 2-3 iniziative significative del Governo”. Nello specifico, ha sottolineato il Governatore, “la trasformazione delle 10 Iacp in Agenzie regionali per la casa; l’accorpamento di Crias e Ircac per creare un polo di finanziamento per le imprese; la soppressione dell’Ente sviluppo agricolo; l’accorpamento dell’Istituto zootecnico con l’Istituto d’incremento ippico”

Nella Finanziaria da poco approvata sono previsti 6 milioni per l’attivita’ di promozione e co-marketing per gli aeroporti di Trapani e Comiso. “Due aeroporti che faticano ma che hanno una funzione straordinaria per l’Isola”, ha sottolineato il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans, a Palermo.

“Ci sarà bisogno di tempo per affrontare una stagione delle riforme che, mi auguro, sia caratterizzata da un coinvolgimento di tutti i gruppi parlamentari. Ognuno farà valere le proprie ragioni”.

“Il governo ritiene che bisogna avere il coraggio di cambiare qualcosa – dice – Se ogni volta che parliamo di riforma si scatenano le lobby, le organizzazioni sociali e di categoria perché tutto rimanga com è c’è da chiedersi ma se va tutto così bene, perché siamo gli ultimi nelle classifiche?”, ha aggiunto Musumeci.

(ITALPRESS)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.