Raggiunta intesa sul collegato, verrà “snellito”. L’Esa resta in piedi.

0
24


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Micciche’, a margine dei lavori della Conferenza dei capigruppo che si e’ tenuta nella Sala “Pio La Torre” di Palazzo dei Normanni, ha riferito sulle intese raggiunte sul collegato alla finanziaria.  “L’onorevole Lupo, ha detto Miccichè,  ha rappresentato una proposta che si e’ rivelata intelligente e utile per tutto il Parlamento, che e’ stata quella di rimandare in commissione Bilancio il ddl sul cosiddetto collegato. Oggi abbiamo, prima politicamente e poi tecnicamente, valutato quali cose dovessero essere fatte sul collegato. Tutti d’accordo: abbiamo deciso di snellirlo. Ma si e’ anche deciso che e’ impossibile gonfiarlo, nel senso che non si puo’ aggiungere nulla di piu’ di quello che non ci sia gia’ dentro. L’abolizione dell’Esa non e’ prevista nel ‘collegato’ e ieri, per esempio, mi sono sentito un po’ in imbarazzo nel sentire dire che ci voleva assolutamente il collegato per abolirla. Evidentemente c’e’ stato un piccolo difetto di comunicazione tra Governo e Parlamento. Comunque, nulla di grave. Ho letto come se fosse scoppiata la guerra”.

E sulla minaccia di dimissioni di Musumeci, Micciche’ afferma: “Forse anche Musumeci era convinto che fosse scoppiata la guerra e invece non e’ vero”. In merito all’abolizione dell’Esa, il presidente dell’Ars ha chiarito: “Non e’ presente in questa occasione del ‘collegato’, ma abbiamo comunque trovato un accordo di maggioranza perche’ possa essere fatto”. L’aula tornera’ adesso a riunirsi martedi’ prossimo, 26 giugno, alle 15.

L’Assemblea regionale siciliana ogni martedi’, dalle 15, dedichera’ un’ora dei lavori parlamentari alla discussione di mozioni, interpellanze e ordini del giorno. La proposta e’ stata avanzata dal presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’, durante la conferenza dei capigruppo allargata ai presidenti delle commissioni legislative. “Ho suggerito ai capigruppo e ai presidenti delle commissioni – ha detto Micciche’ – di adottare lo stesso sistema utilizzato dalla Camera dei deputati dove settimanalmente si svolge il question time. Uno strumento che consente un dialogo diretto tra i parlamentari e il governo regionale e che, nello stesso tempo, valorizza il potere ispettivo dei deputati”. Gli argomenti che verranno trattati ogni martedi’ saranno selezionati il venerdi’ precedente per consentire ai rappresentanti del governo regionale di predisporre le risposte.

Intervenendo in aula il parlamentare regionale PD Antonello Cracolici ha chiesto che “Il governo venga con urgenza in aula e riferisca sullo stato di crisi di Riscossione Sicilia aggravato peraltro dall’ultima decisione del nuovo consiglio d’amministrazione di rimettere il mandato, determinando una situazione di assoluta incertezza sulle prospettive e sulla stabilita’ del sistema della riscossione in Sicilia”.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.