Uragano Armao in arrivo sul centrodestra, allarme rosso e stato di allerta

1
99


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Mala tempora currunt, sed peiora parantur. Corrono brutti tempi ma se ne preparano dei peggiori. Chiedo venia per la citazione, ma non è snobismo intellettuale. Niente meglio del latino riesce a scolpire i fatti, le persone, le cose. Un fermo immagine nitido dello stato dell’arte.

La vigilia elettorale è corriva, imprevedibile, velenosa. Se si trattasse di una previsione meteo, la Protezione civile avrebbe già emanato comunicati di allarme, colore rosso, allerta massima.

Non è la nuvola di Paperino, che insegue Nello Musumeci. C’è un urugano in arrivo. L’uragano Armao. Gli avvisi meteo non danno certezze, ma fotografano la previsione nel tempo dato. Il temporale potrebbe arrivare smorzato, o addirittura, non arrivare affatto.

Al centro della scena la squadra di Nello Musumeci, la sua coalizione, segnatamente l’altra parte della luna, il partner del tandem, Gaetano Armao. Sarebbe stato disarcionato alla vigilia della presentazione delle liste. Una fucilata a lupara, esplosa a distanza ravvicinata. Un agguato. Uno sgarro. Se confermato, ne succederanno di tutti i colori.

L’appuntamento clou è per giovedì alle 11, presso la sede del comitato elettorale di Gaetano Armao, Via XX Settembre. “Sarà una conferenza stampa schioppettante, promette Armao.

Come va, avvocato? gli chiediamo

“A me va sempre bene”, risponde.

E agli altri?

“Lo dirò a suo tempo, non posso fare anticipazioni”

“C’è brutto tempo?”

“Non faccio parte del club  dei mestieranti, questo è certo, voi mi conoscete”

Certo, avvocato. La conosciamo

La conversazione telefonica finisce qui.

Il tono della voce non è certo rotto dall’emozione, né rancoroso. Fermo, squillante, netto. Carico di aspettative, però.

Passiamo dall’altra parte della barricata, il centrosinistra. Non c’è un caso Ardizzone, ma è come se ci fosse. Il Presidente dell’Ars non è entrato nel listino. Alternativa Popolare, alleata con i Centristi siciliani, cui Ardizzone aderisce, ha proposto il nome di Vincenzo Vinciullo, deputato uscente e Presidente della Commissione Bilancio dell’arsi. Una scelta che farà discutere e potrebbe incrinare il rapporto fra Angelino Alfano e Gianfranco D’Alia, leader dei centristi con Casini.

“Presidente, come va?”, chiediamo.

“Bene, bene…”

“Il listino, ci è rimasto male, vorrei…”

“Non rilascio dichiarazioni, mi godo la campagna elettorale a Messina…”

Non ci lascia il tempo di replicare.

“In bocca al lupo..”

“Crepi…”

Armao e Ardizzone non hanno niente in comune, ma stavolta, senza volerlo, vivono una vigilia complicata. Il Presidente dell’Ars sembra prenderla con filosofia, ma non è certo entusiasta del trattamento ricevuto.

Così va il mondo. Prepariamoci al barrage finale.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.