Risotto con astice e…Ecco il menu della cena offerta al Tg7 di Taormina    

0
698
Banner gennaio 2017 Image Banner 728 x 90


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Risotto con astice, fiori di zucca e  finocchietto selvatico, tonno in crosta di quinoa con zucchine e salsa all’arancia e tortino alle mele dell’Etna con composta di frutta e  gelato al kefir. Potrebbe essere questo il menù che la sera del 26  maggio incanterà i palati dei grandi della Terra riuniti a Taormina  per il G7. Il condizionale è d’obbligo. Non perché l’eccellenza dei  piatti possa essere messa in discussione ma perché, sebbene manchino  poco più di due settimane, tutto è ancora da definire e anche sui  piatti da portare in tavola aleggia quell’alone di mistero che da mesi accompagna l’organizzazione del G7.

Ad offrire la cena, unico dettaglio certo, sarà il presidente della  Repubblica Sergio Mattarella che, dopo il concerto dell’orchestra  Filarmonica della Scala nella splendida cornice del Teatro Greco di  Taormina, accoglierà i suoi ospiti al Belmond Grand Hotel Timeo, uno  degli alberghi a cinque stelle scelti per ospitare le delegazioni  partecipanti al summit. Una cena di gala che sarà a dir poco a numero  chiuso – dovrebbe essere riservata solo ai capi di Stato e alle loro  mogli – e che si dovrebbe svolgere sulla Terrazza letteraria del  Timeo. L’albergo è collegato al Teatro attraverso un passaggio segreto che potrebbe essere utilizzato dagli invitati per raggiungere la  terrazza lontano da occhi indiscreti.

Qualunque siano gli ingredienti del menù, il compito di  allietare i palati degli uomini più importanti del pianeta spetterà a  Roberto Toro, executive chef del Belmond Grand Hotel Timeo dal 2012.  Siciliano verace di 45 anni unirà, come sempre nella sua cucina, gli  “straordinari” prodotti locali alla tradizione culinaria dell’isola,  riscoprendola in chiave moderna. “La nostra terra, come poche al mondo – dice – può vantare prodotti straordinari e quando si ha a  disposizione un’ottima materia prima non serve snaturare gli  ingredienti ma basta saperli accompagnare bene esaltandoli nel giusto  modo”.

Tocchi personali dunque come nel Tonno in crosta di quinoa con  zucchine e salsa all’arancia, piatto che porta la sua firma e che  potrebbe passare al giudizio delle papille di Donald Trump. A  richiamare la Sicilia non saranno soltanto i profumi e gli aromi della cucina dello chef Toro, ma anche i decori e gli addobbi scelti per i  tavoli e la terrazza. Ancora una volta nulla di certo ma la scelta  dovrebbe ricadere su tovagliati di pizzo bianco e pregiate ceramiche  dai colori tenui. Sullo stesso stile anche i decori e gli allestimenti floreali che dovrebbero essere realizzati in collaborazione con i  flower designer di SeBAStian Flowers.        (Man/AdnKronos)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.