I migranti portano la tubercolosi? Salvini apre altro fronte, gli untori

0
3


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Con una sofisticata e accurata scelta dei tempi, il Ministro degli Interni, cui spetta il compito di regalare sicurezza con parole ed opere, a coloro che calpestano il suolo del Bel Paese, inaugura un altro fronte della paure, rivolgendo la sua attenzione stavolta alla salute, settore che finora non aggredito da Salvini.

Al fine di tenere svegli, e allertati, i cittadini italiani “La bestia” – il sistema informatico usato dal leader leghista per la sua comunicazione pubblica – ha partorito il rischio tubercolosi. Che avrebbe ripreso in Italia a fare vittime, e a circolare nel nostro Paese, naturalmente a causa dei migranti, che invadono il suolo italiano.

Il Ministro lamenta i costi che la dissennnata politica delle porte aperte avrebbe provocato, a causa anche del ritorno, appunto, della tubercolosi. Quali canali abbia utilizzato per venire a conoscenza di questo collegamento fra migranti – untori – e tubercolosi, non lo sappiamo. Possibile che sia toccato alla polizia fare uno screening in quattro e quattro otto, e informarlo del tasso di rischio? Molto improbabile, sono occupati in ben altra attività di indagine.

Il ritorno di questa malattia era stato osservata già anni or sono e si tentava di comprenderne le cause. Quanto ai migranti è possibile che i molti mesi trascorsi da uomini e donne sane  nei lunghi viaggi della speranza, trascorsi in condizioni di indicibile indigenza, in tuguri e promiscuità, in situazioni igieniche assai carenti (per esempio rimanendo dieci giorni uno accanto l’altro sul ponte di una nave per dieci giorni,  potrebbe essere una ideale condizione di contagio, se su 177 persone ce ne fosse stato uno che ha contratto la malattia), abbia fatto scoprire dei casi di tbc fra gli stranieri. Ma la comunicazione del Ministro, resa con tanta leggerezza, è destinata a seminare preoccupazione ed allarme, grazie alla tremenda efficacia della “Bestia” – mai nome fu più azzeccato, farà crescere la tensione oltre che i consensi alle urne con l’approssimarsi delle elezioni europee.

La Ministra della Salute, dottoressa Grillo, catanese, non ha aperto bocca. Così la questione dei vaccini e del contagio di terribili malattie per soggetti deboli e esposti, sarà “sfangata” dalla Bestia, e avrà il duplice compito di depistare e, insieme, accrescere la malessere popolare verso quelli che arrivano, se ci riescono, per mare sulle coste italiane.

 

Quando la strategia della tensione, anni sessanta in poi, accrebbe in modo esponenziale la percezione dell’insicurezza, il terrorismo sanguinario fu accusato di volere “stabilizzare” il Paese con  i suoi golpe bianchi, mettendo paura a chi avrebbe voluto cambiare l’Italia. Oggi la strategia delle paure vuole ottenere esattamente l’opposto, persuadere il popolo che attraverso un cambiamento radicale si può evitare cdi contrarre la tubercolosi, essere visitati dai ladri, subire rapine per strada a qualunque ora, eccetera.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.