La marcia di avvicinamento di rosso malpelo, Cracolici raggiunge Faraone

0
897
Banner gennaio 2017 Image Banner 728 x 90


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Due galli nel pollaio, per dirla con la deputata regionale Pd, Marika Cirone Di Marco, che racconta di volta in volta, gli accadimenti nell’aia siciliana. E che galli! Galli di lungo corso e con il pelo sullo stomaco. Antonello Cracolici, capelli rossicci, è entrato nell’area renziana dopo una scrupolosa road map alla quale ha fatto partecipare tutti coloro che lo hanno in gran conto. La democrazia prima di ogni cosa…

Dopo essere rimasto per un breve tratto sulla soglia di Andrea Orlando, che insieme a Michele Emiliano contende a Renzi la segreteria del PD, l’assessore all’agricoltura della Regione siciliana è appprodato nel campo dell’ex premier, con annessi e connessi. Non è uno che fa le cose a metà e con improvvisi colpi di testa. Decisioni meditate, ponderate, assunte con i tempi che le questioni richiedono e con strumenti, talvolta gli espedienti pretesi dalla politica di casa nostra.

L’approdo nella terra di Davide Faraone, l’altro gallo del pollaio, potrebbe essere stato preceduto da entante cordiale o, come dicono gli inglesi, da un gentlemen’s agreement, insomma una stretta di mano fra uomini di principi saldi – basta la parola – oppure da una chiacchierata risolutiva al Nazareno con chi gestisce la vigilia congressuale. Rapporto diretto, senza intermediazioni siciliane.

Se è la seconda ipotesi quella giusta, può accadere che fra i galli si pizzichino, in tal caso non cambierebbe proprio niente, a parte il sostegno di Cracolici a Renzi alle primarie. Ove dovesse prevalere, invece, l’altra ipotesi, una stretta di mano fra i due, allora occorre cercare d’indovinare quali saranno le mosse di entrambi sulla base degli ambiti d’intervento pacificamente distribuiti.

Ricordiamoci che Cracolici ha anticipato l’approdo in campo renziano da un endorsement su Palazzo d’Orleans. Dopo un lungo silenzio, ha strappato il velo presentando la sua ambizione primaria, candidarsi alla Presidenza della Regione. Perché ha taciuto in passato? Beh, è semplice: non avrebbe fatto piacere a Crocetta sapere che nel suo governo stava entrando uno dei suoi competitori più agguerriti.

Siccome Davide Faraone ha messo in piedi “Cambiamenti”, il pensatoio al quale si affiderà per le primarie e , se passa il turno, per le urne che contano in autunno, siamo obbligati ad immaginare che uno dei galli, appunto Faraone, non abbia alcuna voglia di tirarsi indietro per fare spazio a Cracolici. Quest’ultimo dovrebbe contendere al suo compagno di cordata, perciò, il diritto di correre per Palazzo d’Orleans.

In un contesto così scivoloso toccherà al Nazareno evitare che Cracolici e Faraone si facciano male, danneggiando l’area renziana. Avrebbero potuto pensarci prima, al Nazareno, è vero, impedire il rischio, ma chi se la sentiva di rinunciare ai consensi congressuali di Cracolici?

Gli hanno fatto ponti d’oro e poi si vede…

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


Tourgest_728x90
OfficineDelTurismo_728x90

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.