Lo Monaco contro Fabbricini, Lega B minaccia azioni disciplinari. Scende in campo Pogliese

0
27


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La Lega B ha annunciato, con una nota, che i calendari del prossimo campionato “saranno resi noti a Milano, nella sede di via Rosellini, lunedì alle ore 19 con l’organico previsto a 19 squadre”.

“La Lega B, inoltre, si riserva ogni azione in ogni sede nei confronti di tutti coloro che si sono resi e si renderanno responsabili di condotte e comportamenti e azioni antigiuridiche, illegittime e egiudizievoli nei confronti della Lega e/o delle società associate”,
conclude il comunicato.

“Riterremo Fabbricini perseguibile in prima persona, bloccheremo i conti della Figc e andremo avanti su 4 procure diverse. Il Siena e le altre squadre faranno la stessa cosa, e’ troppo enorme quello che sta capitando”, lo ha detto Pietro Lo Monaco, ad del Catania, in una conferenza stampa presso il Crowne Plaza di Roma, parlando della possibilita’ che il prossimo campionato di B si disputi con 19 squadre iscritte, rigettando le richieste di ripescaggio da parte delle societa’ di Lega Pro coinvolte.

“Stiamo seguendo costantemente la vicenda relativa all’incredibile golpe che FIGC e Lega Serie B stanno tentando ai danni del Catania. In questi minuti insieme all’assessore
allo Sport Sergio Parisi abbiamo compiuto i passi necessari per ribadire alle istituzioni calcistiche che il ripescaggio è un diritto e che qualunque altra soluzione determinerà una reazione dura e inflessibile”. Scende in campo anche il sindaco di Catania Salvo Pogliese, in
merito alle vicende legate al ripescaggio del Calcio Catania nel campionato di serie B.

“Nel ribadirgli la totale vicinanza dell’amministrazione comunale, gli ho preannunciato che, qualora la FIGC dovesse dare seguito alla determinazione di calpestare le norme e il diritto – ha evidenziato il sindaco- il Comune di Catania si assocerà nella richiesta di risarcimento danni che verrà avanzata nei confronti del commissario della FIGC, Fabbricini, e della Federazione”. (Ftb/Adnkronos)

“Quello che si sta perpetrando e’ un autentico golpe, su quale motivazione non lo so. Posso intuirle, pero’ di fatto lede il diritto di squadre aventi il diritto a essere ripescate”, cosi’ Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, in una conferenza stampa presso il Crowne Plaza di Roma, in merito alla possibilita’ di un campionato di B a 19 squadre.”A questo proposito – ha aggiunto- ho sentito il presidente Davide Franco e il direttore Pietro Lo Monaco, al termine della conferenza stampa tenuta a Roma”.

“Il danno patrimoniale sarebbe elevatissimo, la differenza fra serie B e serie C, per il Catania, e’ di circa 10-12 milioni”, fa sapere il dirigente catanese. “Al di la’ delle conseguenze pazzesche che ci sarebbero, quale sarebbe il beneficio per le squadre di B? Mi aspetto che stasera Fabbricini faccia i ripescaggi, e’ lui il garante delle regole, e’ il ruolo per cui lui in questo momento e’ li'”, ha aggiunto. “Vogliamo far sentire la nostra voce alla luce di quello che si paventa: una richiesta, da parte delle societa’ di B, di fare, unico caso nella storia, un campionato di B senza provvedere ai ripescaggi. In barba a normative e regole. E’ un atteggiamento basato sul niente, ma che inevitabilmente tocca il nostro diritto. I ripescaggi sono un diritto che nessuno si puo’ permettere di disattendere.

In una nota il vicepresidente del Senato ed esponente di Fratelli d’Italia, Ignazio La Russa, catanese d’origine, in merito alla possibilita’ del blocco dei ripescaggi in Serie B, indirizza aspre critiche alla Federazione.”Notizie di fonte giornalistica informano che organi di giustizia sportiva potrebbero orientarsi a modificare due sentenze che riguardano il ripescaggio delle squadre nel campionato di serie B. Motivo del clamoroso voltafaccia che farebbe carta straccia delle regole vigenti, sarebbe la concorde richiesta delle 19 squadre che da tale decisione lucrerebbero ciascuna circa Euro 700000 e che vedrebbero indebitamente aumentare le loro chance di promozione in serie A”. I

“Grave anche quanto riferiscono le stesse fonti giornalistiche e cioe’ che influenti personaggi (citati con nome e cognome ) del mondo calcistico si starebbero attivando facendo la “regia dell’operazione” per violare le norme che hanno fatto decidere nei due giudizi gia’ avvenuti – prosgue La Russa -. Su tale eventualita’, che risulterebbe lesiva non solo delle norme vigenti in materia sportiva, nessuno speri di ottenere il silenzio o una sottovalutazione della gravita’ dei fatti che, e’ facile immaginare, potrebbero avere anche conseguenze di ordine pubblico oltre che giudiziario in ogni sede. Lunedi’, in assenza di chiarezza e certezze, assieme a numerosi altri parlamentari, presentero’ al Senato una specifica interrogazione al governo che non puo’ rimanere silente”.(ITALPRESS)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.