Scali siciliani 2/ Cancelleri s’incazza, “mandano a Roma le carte sbagliate”

0
4


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Prima un incontro a Roma senza documenti al seguito, poi l’invio al Ministero di carte incomplete e, quindi, inutilizzabili. Sulla strada della continuita’ territoriale il governo regionale cammina col freno a mano tirato. E’ assurdo – afferma il deputato 5 stelle all’Ars, Giancarlo Cancelleri – ma sembra quasi che non vogliano portare a termine l’operazione, non ci sono altre spiegazioni. Dopo aver procrastinato l’incontro al Ministero delle Infrastrutture per 22 giorni, il 25 luglio scorso una delegazione regionale e’ andata a Roma per porre le basi per l’avvio del concordato tavolo di lavoro finalizzato alla creazione di nuovi collegamenti e a prezzi calmierati, con gli aeroporti di Comiso e Trapani. Ebbene – continua Cancelleri -, sembrera’ assurdo, ma ci sono andati a mani vuote: nessun dato, nessun numero che consentisse di avviare la conferenza di servizi propedeutica all’avvio dell’operazione. A quel punto la Regione si e’ accordata per inviare i documenti dopo due giorni: niente di tutto questo, i documenti sono arrivati a Roma solo un paio di giorni fa, ma del tutto incompleti, e, pertanto, inservibili”.

“Piu’ precisamente, per quanto riguarda i collegamenti da e per Trapani mancherebbe l’analisi dettagliata, la stima dei costi e l’entita’ della compensazione. Mancherebbe inoltre l’indicazione precisa sulla fonte di finanziamento regionale e una relazione con le analisi a sostegno del piano. Non so piu’ cosa pensare – afferma Cancelleri – per anni i governi nazionali ci hanno ignorato, e ora che la tanto agognata continuita’ territoriale puo’ cominciare a prendere finalmente corpo, il governo Musumeci latita”. (ITALPRESS).

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.