Pogliese, Catania ricorre contro dissesto, ma prevale il pessimismo

0
2


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Faremo ricorso contro la pronuncia di dissesto e per questo abbiamo dato mandato al professore Agatino Cariola, ordinario di diritto costituzionale, giurista di grande livello che ha anche esperienze in merito, di prepararlo al meglio, ben sapendo tuttavia che l’ordinanza 154 della Corte fotografa una situazione pesantissima”. Lo ha detto il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, incontrando, insieme alla Giunta, i sindacati.

“La strada per vincere il ricorso, dunque, e’ stretta e difficile, ma siccome sono un inguaribile ottimista, credo anche non impossibile – ha aggiunto Pogliese -. E’ necessario, inoltre, uno strumento giuridico che puo’ essere solo l’emendamento approvato nel Decreto Milleproroghe che va perfezionato e migliorato in seconda lettura. E che pero’, sia detto con chiarezza da solo non basta. Sono necessarie – ha spiegato Pogliese – altre due cose: che il governo ci venga incontro, valutando che una delle piu’ importanti citta’ d’Italia meriti un intervento straordinario in termini di immissione di liquidita’ per mitigare la situazione di dissesto dichiarato che abbiamo trovato. E’ anche necessario che la citta’ in ogni componente faccia la sua parte, e per quanto riguarda l’amministrazione agisca con rinnovato rigore agendo in ogni settore per migliorare i livelli di efficacia, a cominciare dalla riscossione dei tributi accertati che ora sono effettivamente riscossi solo al 50%”.

“Una situazione che necessita anche in questo caso di un intervento normativo che renda obbligatorio il versamento dei tributi. Tutte questioni che porro’ al Ministro Salvini gia’ il prossimo 14 agosto rappresentando la reale situazione del Comune di Catania per avere la necessaria attenzione dal governo nazionale”, ha continuato il sindaco.

“E’ utile ricordare – ha detto l’assessore al Bilancio Roberto Bonaccorsi – che la Corte dei Conti nella dichiarazione di dissesto oltre alla mancata adozione delle misure di riequilibrio ha registrato l’impossibilita’ per il Comune di garantire l’ordinario. A queste vanno le gravi criticita’ contenute nella delibera 154 della Corte con rilievi che ora vanno recepiti nei documenti contabili. Una situazione che fotografa una pesantissima situazione deficitaria da cui solo un miracolo e un concorso di volonta’ ci potra’ far venire fuori”.

L’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo ha sottolineato che “verra’ evitato un taglio indiscriminato ai servizi delle fasce deboli delle popolazione”. Pogliese ha anche annunciato la costituzione di un tavolo permanente di consultazione con le parti sociali. (ITALPRESS).

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.