Salina: Sabato ottava edizione di “Malvasia Day”, produttori a confronto

0
13


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Quattordici produttori raccontano le diverse interpretazioni della Malvasia delle Lipari, il vitigno principe delle Isole Eolie. Un momento approfondimento sulle origini della varieta’, la genetica del vitigno e gli aspetti organolettici che rendono questa varieta’ simbolo del territorio. Ottava edizione per il Malvasia Day, sabato 7 luglio sulla terrazza della Tenuta Capofaro: alle 18 la conversazione sul vitigno Malvasia delle Lipari “Dalle origini alla genetica, il suo futuro tra suggestioni antiche e opportunita’ di sviluppo” con Marcello Saija, docente di Scienze politiche e delle relazioni internazionali dell’Universita’ degli Studi di Palermo e Manna Crespan, responsabile Servizio identificazione della varieta’ di vite del CREA. Modera: Daniela Scrobogna, docente Fis e curatrice guida Duemilavini.

Il futuro del vitigno, invece, resta nelle mani delle aziende, custodi dei vigneti di Malvasia nelle isole Eolie, che saranno protagoniste del walk around tasting, alle 19 sulla terrazza di Capofaro: Barone di Villagrande, Tenuta Capofaro, Caravaglio, Castellaro, Colosi, D’Amico, Fenech, Florio, Hauner, Lantieri, Gaetano Marchetta, La vigna di Casa Pedrani, Punta Aria, Virgona. Capofaro e’ una delle cinque tenute vinicole della famiglia Tasca d’Almerita e custodisce “Anfiteatro”, vigna storica di Malvasia. Come per tutti i progetti Tasca d’Almerita, anche a Salina il punto di partenza e’ stato il vigneto. Al momento dell’acquisizione i sei ettari di Capofaro erano impiantati a Malvasia da circa trent’anni: ne e’ stata conservata la parte migliore, ripristinando la struttura dell’impianto e colmando le fallanze.

(ITALPRESS)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.