Palombari Marina Militare Augusta distruggono 313 ordini esplosivi e arsenale munizioni in acque Cassibile

0
11


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

I palombari della Marina militare  appartenenti al Nucleo Sdai (Sminamento difesa antimezzi insidiosi) di Augusta sono tornati nella provincia di Siracusa per un’operazione  subacquea, svolta nelle acque di Cassibile, per distruggere 313  ordigni esplosivi e 1.500 munizioni di armi portatili risalenti  all’ultimo conflitto mondiale.

La prefettura di Siracusa, riferisce una nota della Marina militare,  ha richiesto l’intervento urgente degli operatori di Comsubin a  seguito della segnalazione di un bagnante che, a 20 metri dalla costa  e a soli 3 metri di profondità, aveva visto dei manufatti  riconducibili a residuati bellici.

Giunti sul posto, i palombari del Gruppo operativo subacquei (Gos) si  sono immersi per bonificare l’area che era stata sottoposta a bando  d’interdizione dalla Capitaneria di Porto di Siracusa, individuando e  neutralizzando 158 bombe a mano, 29 bombe da mortaio, 126 proiettili  di medio e grosso calibro e 1.500 munizioni per armi portatili.

”Sulla base della richiesta della Prefettura di  Siracusa siamo intervenuti a Cassibile per effettuare la ricerca  degli oggetti segnalati e il loro riconoscimento – ha spiegato il comandante del Nucleo Sdai di Augusta, tenente di vascello Marco Presti – Al termine delle operazioni, in una ridotta  area di fondale marino abbiamo rimosso un totale di 313 ordigni  esplosivi molto pericolosi e 1.500 munizioni per armi portatili, tutti risalenti alla seconda guerra mondiale, che abbiamo distrutto secondo  le consolidate tecniche tese a preservare l’ecosistema marino in una  zona di sicurezza individuata dall’Autorità Marittima”.                (Sin/AdnKronos)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.