M5S: “Dopo collegato, subito riforme”, d’accordo Nello Musumeci

0
15


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Ora che questo collegato è stato approvato il governo non ha più alibi. Cominci a lavorare, visto che finora lo ha fatto poco o nulla. La Sicilia non può aspettare i suoi  comodi in eterno”. Lo afferma Valentina Zafarana, capogruppo del  Movimento 5 stelle all’Assemblea regionale siciliana, dopo l’ok dell’aula ieri sera al collegato alla Finanziaria, che ha tenuto aperta per due mesi la sessione Bilancio bloccando di fatto l’attività parlamentare.

“Attendiamo ora – dice la deputata – le riforme strombazzate in campagna elettorale e di cui finora non s’è vista nemmeno l’ombra e che la Sicilia continua ad attendere”. Dalla capogruppo M5S anche una netta critica sui metodi portati avanti durante i lavori?. “Abbiamo  assistito – spiega – a norme presentate e ripresentate sempre uguali  perché dovevano passare a tutti i  costi, tutto questo con l’impossibilità di operare nelle commissioni di merito. Noi, ancora una volta, abbiamo dimostrato con il nostro lavoro di essere più che responsabili. Attendiamo ora che il governo batta un colpo”.

Ma il presidente Nello Musumeci si trova d’accordo e afferma:

“Con l’approvazione della norma che prevede al fusione di Ircac e Crias e dell’intero collegato si chiude la sessione di bilancio e si aprirà quella delle riforme”, commentando il via libera al ddl che contiene alcune delle norme stralciate dalla Finanziaria approvata lo scorso aprile. Tra i provvedimenti che hanno ottenuto il semaforo verde dall’Aula c’è quella che prevede la nascita dell’Istituto regionale per il credito agevolato, frutto della fusione per incorporazione tra Ircac e Crias.

Dopo un lungo dibattito, che ha impegnato la commissione Bilancio e l’Aula, il Parlamento siciliano ha dato il via libera alla proposta del governo Musumeci per la creazione di un polo per le imprese che possono accedere al credito agevolato. Il nuovo istituto manterrà la natura di ente economico dotato di personalità giuridica di diritto
pubblico e, come già previsto dalla legge finanziaria approvata lo scorso aprile, opererà a favore delle imprese artigiane e cooperative, oltre a prevedere nuove forme di intervento a favore delle attività economiche siciliane.

“Desidero esprimere la mia soddisfazione per il voto dell’Assemblea regionale – ha concluso il governatore – avviando così un primo significativo percorso per rendere la Regione utile al sistema imprenditoriale ed economico locale”.

Adnkronos

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.