Sindaco di Agrigento, “dilaga l’abuso nei centri storici e nelle spiagge”

0
8


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Io credo che sia arrivato il tempo per un’azione più decisa di contrasto a un fenomeno che ad Agrigento  interessa il centro storico ma anche le spiagge. Me lo aspetto da  sindaco e lo attende anche la mia città. E una direttiva attesa. Da  tre anni lancio un grido d’allarme e chiedo che si metta in campo un  intervento sistematico e più incisivo contro il dilagante fenomeno  dell’abusivismo”. A dirlo all’Adnkronos è il sindaco di Agrigento,  Lillo Firetto, commentando la direttiva annunciata dal ministro  dell’Interno, Matteo Salvini, che annuncia una stretta sui vu cumprà  con sanzioni e confische.        Per il primo cittadino della città dei templi “non è una questione di  etnie”. Anche perché Agrigento “da sempre ha una vocazione  all’accoglienza”, al contrario è “un problema di ordine, non di  bianchi o di neri”. Tra le aree che registrano una maggiore presenza  di abusivi c’è il lungomare ‘Falcone Borsellino’ della borgata  marinara di San Leone. “Ogni giorno registriamo una presenza  spaventosa di bancarelle e ambulanti fuori da ogni regola”.

– Per fronteggiare il fenomeno sono stati intensificati i  controlli congiunti del territorio da parte di polizia, carabinieri e  guardia di finanza. “Ma possiamo solo cercare di arginare il fenomeno, adesso è arrivato il tempo di fare un passo ulteriore – dice Firetto  -. Il bisogno di sicurezza e ordine è grandemente avvertito in città.  Non vorrei che, in nome di una malintesa logica di buonismo, si  finisca per blindare al contrario la città, impedendo agli agrigentini la libera fruizione del lungomare occupato sempre di più dagli  ambulanti” conclude il sindaco.        (Loc/Adnkronos)

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.