Bollette luce e gas, da aprile spese ridotte per le famiglie italiane

0
18


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

DI ENRICO TERZI Per gli utenti domestici e le piccole imprese, dal primo aprile di quest’anno il ribasso dei costi dell’energia è abbastanza consistente. Si tratta infatti di un 8% complessivo sull’elettricità, e del 5,7% sul metano. L’Autorità per l’Energia infatti ha ridimensionato le bollette, in funzione del recente cambiamento dei costi energetici sul mercato e a fronte di un controllo che effettua trimestralmente. Un ribasso che non riguarda solo la componente energia delle due fonti, ma anche le altre voci connesse. Vediamo quali sono nel dettaglio.

 

Le motivazioni del calo delle spese

L’abbassamento inizia da aprile 2018, ed è dovuto a varie ragioni. Innanzitutto alla riduzione della richiesta di energia da parte dei consumatori da quando le temperature si sono alzate. I consumi si riducono nettamente, sia per lo spegnimento del riscaldamento, sia per l’aumentare della luce diurna. Un risparmio che interessa anche il minor consumo di quella parte del gas che viene impiegata nelle centrali per produrre energia elettrica.

Ma questo non è l’unico fattore. A questa situazione si aggiungono anche gli operatori privati che cercano di andare incontro alle esigenze degli utenti per farli risparmiare. Per fare un esempio, il nuovo operatore Accendi Luce e Gas di Coop permette all’utente di configurare l’offerta secondo le sue abitudini e di fargli evitare in questo modo di spendere per qualcosa di cui non ha bisogno. Queste piccole accortezze sono fondamentali per i consumatori spesso abituati a ritrovarsi delle bollette troppo elevate, soprattutto durante i mesi invernali.

Aumenta invece la voce degli incentivi alle imprese energivore, inserita nella parte dedicata agli oneri generali di sistema, senza la quale gli italiani avrebbero avuto delle bollette ancora meno care. Questi incentivi obbligano il consumatore italiano a contribuire alle spese energetiche delle grandi aziende, produttrici di beni e servizi, e grandi divoratrici di energia.

 

Quanto risparmia ora una famiglia italiana

Grazie all’intervento dell’Autorità per l’Energia, dal mese di aprile 2018 l’approvvigionamento energetico scende di costo di un 9,1%, controbilanciato però da un incremento dell’1,1% degli oneri generali. Questo vuol dire che, per la famiglia italiana, il risparmio sulla bolletta elettrica è dell’8%. Per il gas invece il ridursi degli oneri di approvvigionamento è del 5,7%: questo dipende dal CMEM che scende del 4,2%, dal trasporto che si ridimensiona dell’1,3%, e dal -0,2% sui costi delle attività connesse.

 

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.