Investigatori sul blitz di Termini Imerese: “No zone franche di illegalità”

0
22


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“L’operazione odierna è l’ennesima dimostrazione che non esistono zone franche dell’illegalità e che l’opera delle forze dell’ordine deve essere costante e concreta perché lo Stato continui a essere un riferimento insostituibile e tangibile”.

A dirlo sono gli investigatori dell’Arma dopo l’operazione  ‘Ghostbuster‘, che ha sgominato due bande che operavano a Termini Imerese, nel Palermitano, portando all’esecuzione di 13 misure cautelari con l’accusa di tentata estorsione, furto aggravato, rapina, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti.

“Da sempre il presidio territoriale dell’Arma dei Carabinieri –  aggiungono – consiste in un’accurata delimitazione del territorio che costituisce giurisdizione di ciascuno dei suoi comandi, a cominciare da quello minimo e fondamentale della Stazione. Il suolo nazionale risulta così rigorosamente coperto dalla fittissima rete delle Stazioni dei carabinieri, che sono anche le prime depositarie del compito di tutelare l’ordine e la sicurezza nell’ambito del territorio e quindi di vicinanza al cittadino”.

Adnkronos

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.