Conferenza-presentazione: “Le matin des dieux Du Norouz persan aux Pâques chrétiennes” di Salvatore D’Onofrio

0
12


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Giovedì 14 giugno alle ore 16.00 al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino si terrà la conferenza-presentazione Le matin des dieux: Du Norouz persan aux Pâques chrétiennes (Il mattino degli dei: dal Norouz persiano alla Pasqua cristiana) di Salvatore D’Onofrio. Introduce Rosario Perricone.

Nel 2009 il Norouz, ovvero la festa del nuovo anno degli iraniani e degli altri popoli che facevano parte dell’impero persiano, è stato iscritto dall’Unesco sulla Lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Nel 2010, l’Assemblea generale delle Nazioni unite ha riconosciuto il 21 marzo come Giornata internazionale del Norouz, incoraggiando così i Paesi di tutto il mondo a ispirarsi alle tradizioni primaverili legate a questa festa per promuovere la pace. Il Norouz coinvolge circa 300 milioni di persone. In occasione delle celebrazioni realizzate per la festa, delle tavole rituali vengono imbandite con sette elementi, dei germogli che le donne fanno germogliare nelle case per segnare questo nuovo inizio: “I mattini degli dèi”. Il libro si interroga sulle possibili origini zoroastriane di questo rituale, sulla sua diffusione e declinazione dall’India all’Europa. Un appassionante viaggio nel tempo, che svela le somiglianze, sorprendenti, tra queste differenti tradizioni.   Salvatore D’Onofrio è professore all’Università di Palermo e membro del Laboratorio di antropologia sociale di Parigi. Tra le sue ultime pubblicazioni: Le sauvage et son double (Belles Lettres, 2011) e Les Fluides d’Aristote (Belles Lettres, 2014). Ha curato, di Françoise Héritier, Une pensé en mouvement (Odile Jacob, 2009) e Sida: un défi anthropologique (Les Belles Lettres, 2013).

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.