Renzi liquida Crocetta e Lumia, regala Gentiloni alla Sicilia e tutela i fedelissimi

2
190
MESSINA 21/06/2013 - CHIUSURA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI MESSINA - BALLOTTAGGIO PER IL SINDACO - COMIZIO DI MATTEO RENZI. NELLA FOTO: MATTEO RENZI E ROSARIO CROCETTA FOTO MARICCHIOLO / INFOPHOTO


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Matteo Renzi ha voluto liste a sua immagine e somiglianza. E’ nelle sue corde. Non vuole spartire con alcuno né la vittoria né la sconfitta. La qualcosa sarebbe perfino encomiabile se la storia cominciasse e finisse con lui. E’ il segretario e si trascina il Partito Democratico che nel panorama siciliano, lo si voglia o no, fa ancora la sua parte. Potrebbe assottigliarsi drasticamente il 5 marzo, ma potrebbe anche resuscitare. Il segretario si gioca tutte le sue chances senza guardare per il sottile. Chi credeva che avesse assunto impegni irreversibili con l’ex governatopre, Rosario Crocetta, deve ricredersi. E chi pensava che l’ombrello di Emiliano, la minoranza rispettata da Renzi, fosse bastato per restare nel cerchio magico delle candidature, è autorizzato a sorprendersi. Roma ha cancellato il Megafono, che aveva in Crocetta e nel senatore Giuseppe Lumia – una longevità la sua senza concorrenza – i suoi paladini.

La vera sorpresa, comunque, riguarda Giuseppe Antoci, il presidente del parco dei Nebrodi, che veniva dato come alternativa ai due dioscuri del Megafono, Lumia e Crocetta. Quest’ultimo non l’ha presa bene. Dicono che sia furibondo e che voglia vendicarsi scendendo in campo, armato di Megafono, contro i “traditori”. Ma la scelta romana sembra dettata da un ragionamento che potrebbe non avere nulla di personale.

Al di là della disastrosa governatura, l’ex Presidente della Regione è riuscito a caricarsi di responsabilità che non sono sue e che venivano da lontano (precedenti governi) e da vicino (assenza di maggioranza., ingovernabilità dell’Ars), a causa di un dato caratteriale assai dannoso, un narcisismo masochista, che ha finito con il travolgerlo. E con Lumia, Lumia che nelle vigilie di altri appuntamenti elettorali era riuscito (in solitudine) a salvarsi dalla bocciatura grazie al suo curriculum antimafioso. Una “qualità” che oggi non paga a causa del numero di “inciodenti” che hanno visto in prima linea proprio alcuni personaggi venerati dall’antimafi.

Cause multiple, dunque. La più importante resta la credenza, al Nazareno, che sarebbe stato vantaggioso scrollarsi di dosso il passato recente, cancellando Crocetta e il suo tutor, Lumia.

Gli otto capilista in Sicilia, sicuri di varcare la soglia di Palazzo Madama o Monte Citorio sono Davide Faraone e Valeria Sudano. Nei sei collegi della Camera Carmelo Miceli, il segretario provinciale di Palermo, la figlia dell’ex ministro Salvatore Cardinale, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il rettore dell’Università di Messina Pietro Navarra, il segretario regionale Fausto Raciti e Fabio Giambrone, da sempre uomo di fiducia di Leoluca Orlando. il braccio destro del sindaco Leoluca Orlando.

Matteo renzi rinsalda così il legame con il sindaco di Palermo, impegnandolo in prima persona alle politiche. Per ora è tutto, a meno che non ci siano ripensamenti dell’ultima ora.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


2 Commenti

  1. E vorrei aggiungere che questo modo di procedere è sistematicamente attuato in tutti i collegi del meridione da entrambi gli schieramenti politici….decine di parlamentari in meno rispetto al dovuto….E’ l’ora che qualcuno si svegli e che quantomeno noi non votiamo per quei partiti che nel nostro collegio mettano un uomo del nord che nulla sa delle nostre esigenze e del nostro territorio

  2. siamo alle solite….ci riducono la popolazione costringendola all’emigrazione, e ci riducono anche i parlamentari sostituendoli con chi non è di questa terra…..Gentiloni e addirittura pure la Boschi a Messina…Ma chi si crede di essere questo omuncolo che calpesta la dignità di milioni di cittadini????

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.