Conferenza Osce Palermo, “Nel Mediterraneo si giocano destini del Mondo”

0
27
PALERMO 24.10.2017 - CONVEGNO OSCE 2017 HOTEL VILLA IGIEA Ph. STUDIO CAMERA / FRANCO LANNINO


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Al via a Palermo la conferenza dell’Osce, per discutere dei flussi di migranti e rifugiati nella regione Euro-Mediterranea, presieduta dal ministro degli Esteri Angelino Alfano. “Abbiamo scelto la sfida migratoria come tema di questa Conferenza – ha detto Alfano in apertura della sessione plenaria -. Nel Mediterraneo abbiamo visto solo la punta dell’iceberg di un esodo di proporzioni bibliche. Le emigrazioni a livello globale coinvolgono 244 milioni di persone, secondo i dati del 2015 dell’Organizzazione internazionale per le emigrazioni. Le emigrazioni forzate (rifugiati, richiedenti asilo e sfollati) hanno raggiunto un picco di 65,6 milioni di persone, secondo i dati dell’Unhcr del 2016. Visto su un planisfero, il Mediterraneo sembra un lago. Un mare cosi’ piccolo da sembrare un lago nel quale si giocano i destini del mondo di una partita che non e’ regionale ma globale”.

“La dimensione storica ci obbliga a dire che non sono stati gli sbarcati in qualche costa gli autori degli attentati, ma sono stati europei, vestiti in abiti europei e con passaporto europeo. Poi c’e’ il tema della prevenzione: il lavoro in termini di intelligence andra’ fatto affinche’ la prevenzione sia la piu’ efficace possibile per evitare gli attentati in Europa”. Cosi’ il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, si era espresso, in conferenza stampa,rima del via ai lavoridella Conferenza Mediterranea dell’Osce, in corso a Palermo fino a domani per discutere dei flussi di migranti e rifugiati nella regione Euro-Mediterranea.

“L’Osce si deve occupare di piu’ del Mediterraneo, facendo si’ che il Mediterraneo entri nella dimensione Osce e non ne esca piu’. Ho parlato con il collega slovacco che presiedera’ l’anno prossimo l’organizzazione e l’ipotesi e’ di organizzare in Spagna l’Osce Med. Anche la presidenza slovacca ha confermato l’esigenza di mettere al centro il Mediterraneo, che e’ un mare che unisce e non divide, che tiene insieme culture destinate a parlarsi. Questo e’ il lascito di questa Conferenza e penso che questo sia un risultato di cui come italiani possiamo essere soddisfatti”.

“La presidenza italiana dell’Osce – Organizzazione per la sicurezza e cooperazione in Europa nominera’ nel 2018 un inviato speciale per il Mediterraneo”

“Abbiamo promosso anche un corso di formazione per il contrasto del traffico dei Beni culturali che si svolgera’ a Vicenza, a novembre, presso il nostro centro di eccellenza dei carabinieri, interamente finanziato dall’Italia. Previsto anche un premio per giovani imprenditori della sponda sud del Mediterraneo che consentira’ di promuovere, attraverso il sostegno dell’imprenditoria, gli ideali su cui si fonda l’Osce. Saranno premiate le 6 start up vincitrici. Sono molto soddisfatto perche’ quando nello stesso tavolo sono seduti i rappresentanti di 57 Paesi non si condivide tutto ma stare seduti allo stesso tavolo e’ la prova dell’efficacia e della dimensione amplissima dell’Osce”.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.