Alfano a Palermo per Micari. “Abbiamo avuto abbandoni ma parte fase nuova”

0
18


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

 

Questa mattina il ministro agli Esteri, Angelino Alfano, è arrivato a Palermo a sostenere Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alle prossime Regionali. Un modo per rispondere anche alle tante domande dei giornalisti.

“Queste liste sono un mix di innovazioni, conferme e ritorni. Scorrendo i nomi della lista, ho notato che alcuni non li conosco proprio e questo per me e’ un elemento di grande soddisfazione. Ci sono anche ritorni, amici che sono stati consiglieri provinciali e che hanno deciso di riscommetersi per stare con noi. Ci sono poi conferme come Michele Nasca, militante che si e’ sempre impegnato e Francesco Scarpinato che ha deciso a pochi mesi di distanza di fare un’altra campagna elettorale. Grazie anche al professore Latteri e all’assessore Mangano”. Cosi’ il presidente di Ap, Angelino Alfano, durante la conferenza stampa di presentazione della lista di Palermo di Alternativa popolare-Centristi per Micari, il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana. All’incontro erano presenti il candidato vice presidente della Regione Giovanni La Via, il deputato nazionale Dore Misuraca, responsabile nazionale degli Enti locali del partito; i senatori di Alternativa Popolare, Simona Vicari e Marcello Gualdani e il coordinatore regionale dei Centristi per l’Europa, Adriano Frinchi e il segretario nazionale di Italia dei Valori Ignazio Messina”.

“E’ vero, noi abbiamo avuto degli abbandoni in Ap, ma da oggi parte una fase straordinariamente nuova, non guardiamo al passato con lo specchietto retrovisore, noi guardiamo avanti”. Cosi’ il ministro degli Esterie leader di Ap Angelino Alfano alla presentazione della lista del partito di Palermo. “Con i 16 candidati di Palermo che hanno fatto una scelta con noi rilanciamo l’azione di Ap a Palermo – dice Alfano – Noi non candidiamo nessun uscente, ma potenziali entranti”.

E per quanto riguarda la nuova legge elettorale, Rosatellum, Alfano: “A giugno avevano provato a fare la legge elettorale con Pd-Fi-M5S e Lega, ma sono andati sotto e la legge elettorale e’ fallita. Poi e’ uscito Grillo ed e’ entrata Ap nel patto con Pd-Fi-Lega e la legge e’ stata approvata con una maggioranza larghissima. La legge elettorale e’ stata approvata a scrutinio segreto, l’alternativa era di andare a votare con l’Italicum e il Consultellum”.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.