L’audace shopping dell’Udc in Sicilia, Figuccia e De Luca in squadra, da battitori liberi

0
12


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“L’alleanza con l’Udc per le regionali è semplicemente un ritorno perché ho un passato da democristiano”. Cateno De Luca, ex deputato regionale siciliano,  ha spiegato le ragioni della maglia che ha deciso di indfossare alla vigilia delle regionali del 5 novembre. E’ disinvolto e soddisfatto della scelta compiuta, in continuità con il suo credo politico. Resta il fatto che Cateno De Luca è uno dei più inquieti personaggi politici della Sicilia.  Privilegia, questo sì, i partiti che lui stesso cointribuisce a far nascere, ma quando le condizioni ci sono entra nella nuova casa con l’entusiasmo di una sposa in braccio al suo partner. E’ la convivenza, poi, il problema.  L’arrivo di Cateno de Luca, famoso per il suo mezzo streap tease,, a Palazzo dei Normanni – lo fece per una buona causa, ricorda – avviene in concomitanza, o quasi, di un’altra new entry di spessore, Vincenzo Figuccia, il più prolifico comunicatore della storia dell’Ars (due,tre comunicati stampa al giorno), carattere vivacissimo, difficile da immrigliare nelle logiche di partito.  Lorenzo cesa e la sua UDC non temono affatto i contraccokpi delle new entry, sono fiduciosi, pensano di poitere addomesticare i loro nuovi compagni di cordata. Confidano soprattutto nella loro capacità di raccogliere consensi, grazie ad una creatività ed un iper attivismo che non teme rivale.

Cesa probabilmente conosce l’altra faccia della medaglia ma il suo partito ha scelto di fare shopping e le due boutique politiche, pur non essendo degli…atelier, sono affollate di clienti. Quindi, audacia calcolata.

Presentandosi ai giornalisti Cateno De Luca ha messo le mani avanti. Il suo partitino, logo e vocazioni comprese, non scompare, anzi. “L’azione principale da fare è il risanamento delle finanze locali, Sicilia Vera si ispira ai principi sturziani dell’Autonomia ponendo al centro della propria azione politica la difesa e la valorizzazione delle realtà territoriali”.   De Luca chiede anche che, in caso di vittoria Nello Musumeci, si facia portavoce  Di alcune istanze pressanti. “Chieda allo Stato italiano di ampliare in  gran parte della Sicilia le zone economiche speciali, aree con  possibilità di investire con tassazione agevolata per colmare il gap  esistente con il resto del Paese e rendere competitivo in ambito  internazionale il nostro territorio”.  “Siamo di fronte a nuove sfide- prosegue De Luca – dove è necessaria una rinnovata assunzione di responsabilità verso la collettività, che tenga conto delle mutate  condizioni sociali, economiche, demografiche e storiche”.

Lo shopping dell’UDC non guadagna solo uomini, ma consolida ideali forse disattesi, incassa idee e buoni propositi.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.