L’ultimo miglio di Alternativa Popolare, Modello Palermo e Fabrizio Micari

0
35


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Alternativa Popolare e Centristi per l’Europa sabato presenteranno il programma per le elezioni regionali in Sicilia e ufficializzeranno il sostegno al candidato alla Presidenza Fabrizio Micari nel corso di una conferenza stampa. L’appuntamento e’ alle 11 all’Hotel delle Palme. Parteciperanno Angelino Alfano, presidente di Alternativa Popolare, Gianpiero D’Alia, segretario nazionale di Centristi per l’Europa, Giuseppe Castiglione, coordinatore regionale in Sicilia di AP, Dore Misuraca, responsabile nazionale AP per gli Enti Locali, Nino D’Asero, capogruppo all’Ars di AP, Adriano Frinchi e Marco Forzese, rispettivamente coordinatore regionale e capogruppo all’Ars di Centristi per l’Europa.

“La condivisione del progetto di rilancio dell’Isola e’ al centro delle ragioni del sostegno al candidato Fabrizio Micari e va dal risanamento finanziario e dal rafforzamento dell’Autonomia regionale, al pieno utilizzo dei fondi strutturali e all’attuazione di una politica che punti a una zona franca fiscale e alla crescita delle piccole e medie imprese attraverso una fiscalita’ di vantaggio”, si legge in una nota.

“Noi con Micari abbiamo scelto la coerenza, abbiamo scelto l’innovazione, una soluzione innovativa e competente, il nostro obiettivo e’ un governo autorevole della Sicilia”. Cosi’, in merito alle elezioni regionali in Sicilia e alla scelta di sostenere il rettore Fabrizio Micari nella corsa a Palazzo d’Orleans, il sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ed esponente di AP, Giuseppe Castiglione, ai microfoni di Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano. “La nostra coalizione – aggiunge – e’ ben amalgamata, coesa, che non ha i problemi di questo presunto centrodestra di cui si parla. Quel centrodestra che abbiamo conosciuto non c’e’ piu’. Quando Micciche’ voleva realizzare in Sicilia il polo dei moderati che escludeva Salvini e Meloni gli abbiamo detto di si’, pero’ poi Berlusconi ha scelto la destra, mentre Renzi tra la sinistra estrema e il centro ha scelto il centro. La scelta piu’ moderata l’ha fatta Renzi. Ap ha una classe dirigente autorevole”.

“Quando Fava vuole essere sfidato sull’argomento Cara di Mineo sono a sua disposizione. In questa vicenda sono convinto di avere agito con la massima trasparenza, spero che il giudizio arrivera’ il primo possibile e dimostrera’ la mia totale trasparenza”. Cosi’, nell’ambito del dibattito sulle elezioni regionali in Sicilia, il sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ed esponente di AP, Giuseppe Castiglione, ai microfoni di Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano.

“Ho affrontato un’emergenza quando era emergenza vera, sul tema della trasparenza nella gestione della cosa pubblica non ho nulla da nascondere – aggiunge -. Mentre io ho amministrato e posso dimostrarlo, Fava fa solo declamazioni, certamente non e’ credibile in Sicilia. Lui sa che su questo tema non temo il confronto, la questione e’ politica. Pisapia ha detto di guardare ai contenuti, mi sembra questa la maniera corretta di procedere, misurandosi sui temi concreti. Questo e’ un test elettorale importante, io ritengo che questa sia una competizione regionale, spero si parli soprattutto dei temi della Sicilia, le elezioni politiche sono un’altra storia”.

“Lo stile nostro e’ differente rispetto alle dichiarazioni di alcuni esponenti della sinistra. Quando ho sentito che Claudio Fava si candidava alle elezioni, pensavo si candidasse in Lombardia, dato che e’ stato eletto in Lombardia. Lui e’ stato candidato a sindaco di Catania, ha fatto l’europarlamentare, puntualmente arriva a fine legislatura a proporsi per un altro ruolo, senza che i cittadini siciliani sappiano cio’ che ha fatto per la Sicilia”.

Cosi’, in merito alle elezioni regionali in Sicilia, Giuseppe Castiglione, sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ed esponente di AP, ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano. “Fava sa che io sono stato assessore regionale di Capodicasa, che ha fatto una vera rivoluzione in Sicilia – aggiunge -. Nel governo, nel settore dell’agricoltura, abbiamo fatto la lotta al caporalato. Sono disposto a confrontarmi con Fava sui contenuti”. (ITALPRESS).(ITALPRESS)

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.