Sicilia retrocessa, Palermo e Trapani Kaput. Mai accaduto

0
300
Standard Image Banner 728 x 90


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Non sappiamo se sia avvenuto altre volte che due squadre, militanti nei massimi tornei – Serie A e Cadetti – in Sicilia siano state retrocesse contemporaneamente, com’è ccaduto quest’anno. Il Trapani, infatti, è stato retrocesso dalla B alla Lega Pro, perché nell’ultima di campionato il risultato negativo, accompagnato da una serie di risultati “esterni” altrettanti negativi, ha decretato un verdetto che alla vigilia appariva improbabile. C’era una probabilità su 29 che accadesse, ed è avvenuto.

Il Trapani ha seguito a ruota il Palermo, che ha conquistato la retrocessione addirittura con tre settimane di anticipo.Ed una volta ragiunto il risultato i rosanero, una beffa, ha cominciato a vincere le partite (due vittorie ed un pari).

Ma parlare di sfortuna,m a proposito del Palermo, sarebbe bizzarro. La squadra non reggeva nemmeno quando aveva difronte compagini dfi modesta caratura, anzi è proprio nelle gare che hanno visto i rosanero contrapporti con i reali avversari, in fondo <lla classifica, che il Palermo ha denunciato i suoi limniti e lasciato prevedere come sarebbe andata a finire.

Se a Palermo è tutto chiaro, a Trapani il mistero è fitto. Lo scorso anno i granata hanno sfiorago la serie A, solo nella finale con l’Empoli il Trapani ha mollato, nonostante avesse i favori del pronostico. Una squadra rivelazione, questo erano i granata. Mancata la promozione, sarebbe stato un debutto nella massima divisione, si è creduto che l’appuntamento con il grande calcio fosse solo rinviato di qualche anno. I granata non hanno cambiato gioco né uomini, con qualche eccezione. Era rimasto perfino Cosmi, amatisssimo a Trapani. Tutto come prima. Ed invece è accaduto l’impossibile, che la squadra più titolata del torneo perdesse una partita dopo l’altro, rimanendo nei bassifondi della classifica a lungo, fino a che l’eroe del campionato “da serie A”, Cosmi, è stato invitato a lasciare.

Il pallone è tondo, d’accordo, ma una compagine capace di vincere tutto non ouò d’improvviso crollare e diventare una squadra di brocchi.

Comunque sia, la Sicilia è una delle poche regioni che non hanno squadre nella massima divisioni. Con il ritorno in A del Verona, la cittadina scaligera, con i suoi 300 mila abitanti circa, dispone di due compagini in A (c’è il Chievo).

E’ un brutto segnale questa doppia retrocessione. Un brutto segnale non solo per il mondo del pallone.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.