Chi ha appiccato le fiamme all’Ospedale Umberto di Siracusa? Sigilli della scientifica

1
378


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Potrebbe essere di natura dolosa l’incendio che, la notte scorsa, si e’ sviluppato in un locale di servizio del reparto Malattie infettive dell’ospedale Umberto I di Siracusa. Accertamenti sono in corso. Un’indagine e’ stata avviata dalla locale Procura.
Scattato il piano di sicurezza, secondo una ricostruzione della direzione dell’Asp di Siracusa, gli infermieri in servizio hanno agito con gli estintori. I 16 pazienti ricoverati sono stati accompagnati fuori dal reparto, mentre sul posto si sono recati gli addetti antincendio dell’Ufficio tecnico dell’Azienda, Polizia e Vigili del Fuoco. Lo stanzino, da cui si sono sprigionate le fiamme, e’ stato posto sotto sequestro dalla Polizia scientifica che ha avviato le indagini per accertarne le cause. Non si esclude la natura dolosa.
Le fiamme, immediatamente domate e circoscritte al locale di servizio, il cui fumo ha annerito parte del soffitto e pareti del corridoio, hanno danneggiato il materiale depositato al suo interno, non hanno coinvolto l’impianto elettrico ne’ si sono propagate all’esterno grazie all’intervento tempestivo del personale e all’attivazione del piano di sicurezza. Tre pazienti, che in un primo tempo avevano lamentato qualche fastidio respiratorio probabilmente dovuto ai fumi, sono stati visitati con esito negativo. Dei referti e’ stata fornita copia alla autorita’ giudiziaria. I pazienti sono rientrati in reparto intorno alle 6,30 del mattino.
I sedici pazienti ricoverati nella struttura sono stati messi in salvo. Sul posto, scattato l’allarme, sono intervenuti vigili del fuoco e agenti della polizia di Stato. Le fiamme sono divampate in una stanza e si sono poi propagate. Alcuni infermieri, che hanno soccorso i pazienti, sono rimasti lievemente intossicati. (ITALPRESS)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.