Medici senza frontiere: “Non escludiamo che anche la Guardia Costiera parli con i trafficanti”

0
308
Banner gennaio 2017 Image Banner 728 x 90


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Non escludiamo che ci siano stati anche casi in cui i trafficanti abbiano contattato la Guardia costiera, ma e’ lo stesso principio per cui un piromane chiama i vigili del fuoco, che intanto spengono l’incendio e poi si pongono il problema di accertare le responsabilita’”. ha affermato il responsabile Advocacy di Medici senza Frontiere Onlus, Marco Bertotto, in audizione davanti alla commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di Accoglienza e di Identificazione ed Espulsione.

“Dal punto di vista del soccorso in mare ci sembra piu’ importante concentrarci sulle modalita’ di intervento piuttosto che sulle modalita’ di attivazione””Da aprile siamo stati oggetto di un crescendo di notizie false, a volte ridicole nella loro approssimazione, molto spesso accompagnate da titoli del tutto inaccettabili. Abbiamo sistematicamente risposto e chiesto di pubblicare le rettifiche, ma le risposte non hanno la stessa forza dell’accusa che ci ha infangato in precedenza”. ha proseguito il direttore generale di Medici senza frontiere. “Tutto questo ha creato un danno enorme alle Ong che sono in mare, e in generale a tutto il sistema delle Organizzazioni non governative in Italia”, ha aggiunto.

“Non ci preoccupa che esistano opinioni diverse dalla nostra, ci mancherebbe altro, ma questa escalation di avvelenamento del clima”, ecco perche’ “ci chiediamo quanto tempo manchi prima di trovarci nella situazione in cui una nave di una Ong che ha appena effettuato un’operazione di soccorso si trovi a fronteggiare una manifestazione ostile in un porto. Questa e’ un’eventualita’ che prendiamo in considerazione”.

“Questo e’ il risultato delle polemiche mediatiche inaccettabili e delle speculazioni”, ha aggiunto.”E’ evidente, purtroppo, che tutta l’attenzione e’ ancora una volta concentrata su un solo aspetto, quello del contenimento dei flussi migratori anche attraverso il contrasto dell’opera dei trafficanti, invece di mettere al centro la reale necessita’, che e’ quella di salvare vite umane, cioe’ quello che Medici senza frontiere fa da oltre 45 anni”.

“Abbiamo letto in questi giorni, e anche oggi, che non e’ compito delle organizzazioni umanitarie attivare corridoi umanitari, ne’ contribuire alla definizione delle politiche per la gestione dei flussi migratori – ha aggiunto -, noi sottoscriviamo in pieno questa affermazione e siamo pienamente convinti che quello non sia il nostro ruolo, ma e’ quello di avvertire le istituzioni delle conseguenze della mancanza dei corridoi umanitari”.(ITALPRESS).

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


Tourgest_728x90
OfficineDelTurismo_728x90

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.