Nestorovski, ai microfoni di Sky Sport, “santifica” il 2016. “Devo tutto al Palermo”

0
299
Standard Image Banner 728 x 90


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Prima parte della stagione complicatissima per il Palermo. I rosanero, tra cambi di tecnici, infortuni e scelte di mercato non proprio indovinate, lottano per la salvezza e se l’obiettivo e’ ancora possibile e’ anche e soprattutto grazie ai gol di . In pochi credevano nell’attaccante macedone, ma a suon di gol il 26enne di Prilep ha convinto tutti. “Il 2016 e’ stato un anno indimenticabile per me – racconta ai microfoni di Sky Sport 24 -. Prima di tutto ho ricevuto la notizia che diventero’ nuovamente papa’ e per questo motivo la mia vita non sara’ piu’ la stessa. Sul piano sportivo, invece, ho ricevuto tante soddisfazioni personali, perche’ sono stato capocannoniere in Croazia, sono stato scelto nella squadra ideale, ho debuttato con la mia Nazionale e sono stato premiato anche come calciatore dell’anno in Macedonia. E’ stato un 2016 splendido anche perche’ ho firmato con il Palermo”.

L’inizio non e’ stato semplice per lo scetticismo che lo accompagnava. “Speravo che il mio impatto potesse essere cosi’ positivo, ho sempre cercato di dare il meglio di me anche se spesso non e’ bastato, ma devo cercare di migliorarmi. Per fortuna all’inizio non parlavo bene l’italiano e non capivo le critiche – se la ride il macedone -. Scherzi a parte sono onesto con me stesso e quando merito un voto basso in pagella lo dico, poi l’unico modo per rispondere a ogni critica e’ quello di lavorare, sudare e fare gol”.

E il gol lo ha fatto anche a Gigi Buffon nel 2-3 con cui gli azzurri si sono imposti a Skopje soffrendo contro la Macedonia di Nestorovski. “E’ stato un gol importante ma piu’ per gli altri che per me, in particolare per chi aveva tanti pregiudizi nei miei confronti, ma e’ stato importante anche per la mia Macedonia che si e’ confrontata contro giocatori del calibro di Buffon, Chiellini, Bonucci e Barzagli”, spiega il macedone che se deve scegliere un giocatore a cui ispirarsi dice “Inzaghi, ma la strada e’ ancora lunga per me, in questo momento devo solo pensare a lavorare, ora sono solo Nestorovski”.

Il numero 30 rosanero considera la sua avventura “una storia davvero speciale, potevo solo sognare di arrivare a Palermo e ricevere un’accoglienza del genere. Il mio obiettivo e’ giocare e segnare piu’ gol possibili per salvare la squadra. Ringrazio chi mi vede come un simbolo, ma non voglio che si esageri perche’ il calcio e’ uno sport di gruppo e non individuale. Per esempio in casa del Genoa abbiamo fatto quattro gol e io non ho segnato, voglio che si ripeta questo, che il gruppo vinca perche’ se segno e si perde sono triste”.

Si parla di Napoli e di altre squadre, Nestorovski non ci pensa e immagina il suo futuro ancora a “Palermo, magari lottando per obiettivi diversi. Il mio sogno e’ diventare capocannoniere della Serie A e nessuno mi puo’ togliere questo sogno”. (ITALPRESS

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


Tourgest_728x90
OfficineDelTurismo_728x90

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.