Montante, un sistema corruttivo in cui la Magistratura troverà il peggio della Sicilia

0
18


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Sono circa tremila pagine e dentro ci sono anni di malgoverno e corruzione, uno spaccato della Sicilia che spiega, non da solo ma in buona parte, cosa rende lontana l’isola da un reale sviluppo e dal chiudere definitivamente con il fenomeno mafioso.  Ci sono favori e ricatti, filmini hard e archivi segreti,  false donazioni e fondi neri, finanziamenti alla politica e appalti pilotati, servizi civili e militari deviati. Sono in troppi i sospettabili e gli insospettabili coinvolti nel concorso in associazione a delinquere e – madre di tutte le iniquità – in quel “contratto di somministrazione a contenuto corruttivo”,  come definiscono  i pubblici ministeri  il rapporto fra Montante, l’ex governatore Crocetta e gli altri indagati.

E c’è quell’ antimafia di facciata che va a braccetto con rappresentanti dello Stato e  addirittura della Direzione nazionale antimafia. Ci sarebbe infatti anche una talpa in via Giulia, a Roma, sede della Procura nazionale, una certezza che poliziotti e magistrati di Caltanissetta che indagano traggono dalle intercettazioni telefoniche.Per non parlare poi dell’ ex presidente della Regione Lombardo e del’ll’attuale presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro  e degli ex assessori alle Attività produttive Linda Vancheri e Mariella Lo Bello, dell’ ex presidente dell’Irsap (l’ente regionale per lo sviluppo delle attività produttive) Mariagrazia Brandara. Tutti impegnati a frenare lo sviluppo della Regione e a tutelare gli interessi di amici e sostenitori.

In questo marasma la magistratura dovrà fare chiarezza e individuare le responsabilità individuali, scoprire collegamenti e conseguenze, i danni arrecati alla Sicilia.Con il solito monito a fare presto, a individuare reati inoppugnabili, evitare prescrizioni, a ricreare quella generale fiducia nella giustizia che spesso il cittadino comune non sa trovare nelle cronache di un paese corrotto. Ma se nel corso delle indagini risulterà che non tutti i comportamenti sono riconducibili a un reato, bisognerebbe ricordare che i politici, gli alti burocrati, i servitori dello Stato,  tutti i cittadini di un paese civile, hanno dei doveri etici e morali  che debbono guidare i propri comportamenti.

Solo così fenomeni come “il sistema Montante” potranno scomparire.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.