GP Francia, la storia dei motori torna in patria. E il duello Ferrari-Mercedes continua

0
18


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La storia dei motori torna in Francia. Dopo 10 anni dall’ultimo appuntamento a Magny-Cours la Formula 1 torna in Francia, più precisamente a Le Castellet nel circuito Paul Ricard.

L’ultimo GP in questo circuito risale al 1990 con la vittoria del ferrarista Prost, seguito dal pilota italiano Ivan Capelli, che chiuse, fino ad oggi, il circuito di Le Castellet al palcoscenico mondiale. Il GP di Francia però, nonostante i vari spostamenti di sede tra Magny-Cours, Le Castellet e Reims, è stato, insieme ai GP di Gran Bretagna e d’Italia, l’unico GP ad essere sempre presente nel calendario di Formula 1 sin dal 1950. Inevitabilmente questa grande portata storica ha fatto sì che gran parte degli eventi alla base della moderna Formula 1 siano accaduti nelle piste francesi nel corso degli anni. In particolare la storia del GP di Francia si intreccia con quella di 3 autorevoli scuderie quali l’Alfa Romeo, la Mercedes e la Ferrari.

L’Alfa Romeo, tornata dopo anni di assenza in F1 con la Sauber, festeggia 108 anni dalla creazione del marchio proprio durante il week end in cui la Formula 1 torna in Francia con l’ennesima ottima prestazione del giovane Leclerc, ormai a detta di tutti, il futuro della Ferrari. Ed è proprio in Francia che la scuderia italiana aveva ottenuto la prima vittoria assoluta in una gara del campionato mondiale durante la prima edizione nel circuito francese di Reims nel 1950 con il pilota argentino Fangio.

Lo stesso Juan Manuel Fangio ha poi regalato nel 1954 la prima vittoria di un GP all’esordiente scuderia tedesca della Mercedes-Benz, al debutto in Formula 1, con la famosa monoposto W196. La seconda vittoria per la scuderia è stata ottenuta proprio in occasione dell’ultimo GP a Le Castellet grazie ad una super prestazione di Hamilton, favorita dall’utilizzo del nuovo motore e dall’incidente in partenza di Sebastian Vettel, arrivato solo quinto. Nonostante la delusione per la gara del tedesco, compromessa già dalla prima curva, è proprio la Ferrari a detenere il maggior numero di GP di Francia vinti (Magny Cours-8 volte; Reims -5; Paul Ricard-2; Rouen-2), l’ultimo dei quali ottenuto in occasione dell’appuntamento conclusivo nel circuito francese di Magny-Cours con la doppietta Ferrari di Massa e Raikkonen, che proprio nel 2008 conquistò la pole numero 200 per il cavallino.

Il ritorno della Formula 1 in Francia è anche coinciso con una data storica di rilevanza sociale: l’entrata in vigore del decreto che permette alle donne di guidare in Arabia Saudita, unico paese al mondo in cui era ancora vietato. L’evento storico è stato celebrato con la scesa in pista sul circuito di Le Castellet della giovane pilota saudita Al-Hamad che ha avuto l’opportunità di sfilare a bordo della Lotus del 2012, con la quale il ferrarista Raikkonen aveva vinto nello stesso anno il GP di Abu Dhabi.

Il presente ed il passato tornano ad intrecciarsi nei circuiti francesi esaltando ed arricchendo la storia dei motori, sempre in continua evoluzione, ed in particolare di questo mondiale che stiamo vivendo e che ritrova in testa alla classifica piloti Hamilton, in versione ‘The Hammer’ (+14 punti su Vettel).

Il prossimo GP in Austria sarà l’ennesima lotta tra Mercedes, Ferrari e Red Bull (al GP di casa) per stabilire chi tra loro riuscirà a conquistare la supremazia in questo appassionante ed imprevedibile mondiale.

 

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.