“Lussuria”.. tra i 7 vizi capitali dell’umanità quello di “cattiva fama”

0
12


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La casa editrice Raffaello Cortina ha realizzato una piccola collana di titoli, molto piacevoli anche alla vista, dedicata ai sette vizi capitali. Pubblicati originariamente dalla Oxford University Press in collaborazione con la New York Public Library, approfondiscono con arguzia e intelligenza l’analisi dei grandi peccati dell’umanità.

Uno di questi, naturalmente è la lussuria.

Il tema, non facile a dir la verità, è trattato brillantemente dal filosofo Simon Blackburn: “Per quanto ci si reputi di larghe vedute, la lussuria ha cattiva fama. È la vergogna, la pecora nera della famiglia, il cugino sciamannato e cialtrone di amore e amicizia sinceri”. Così ci introduce l’autore, che prosegue: “sembra dunque donchisciottesco, paradossale o perfino indecente cercare di difendere la lussuria. Ma è proprio quello che cercherò di fare”.

Partendo dalla definizione della parola non solo nei termini di “desiderio sessuale”, ma come “brama di vita, brama di oro, brama di potere” e proseguendo con Saffo, la diffidenza dei filosofi greci nei confronti del sesso, Platone, Diogene, Plinio il Vecchio, per arrivare, passando attraverso il “panico cristiano”, a Agostino e Tommaso, Shakespeare, Hobbes, Kant, Freud, l’evoluzionismo, Blackburn giunge sino a questo assunto finale: “possiamo reclamare la lussuria per l’umanità e possiamo imparare che essa prospera al meglio quando non è gravata da oneri quali cattiva filosofia e ideologia, falsità, corruzione, controlli, storture, perversioni e sospetti che impediscono il suo libero fluire”.

Traduzione di Daniela Damiani. Edizioni Raffaello Cortina.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.