“Politica si, politica no” a scuola: M5s contro Lega

0
20


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

E’ di qualche giorno fa l’intervento piuttosto assolutistico della deputata leghista Vanessa Cattoi: “Niente commenti politici per gli insegnanti”, esprimendo una dura critica a una dirigente scolastica. “Il ruolo dell’insegnante- ha sottolineato la Cattoi – dovrebbe prevedere l’astensione dal commento politico”. La querelle è stata riportata dal sito Adige.it, che ne ha svelato pure l’antefatto.

La polemica è scaturita da un commento della preside postato sul suo profilo personale Facebook in merito al caso della nave Aquarius con il suo carico di profughi dirottati prima dell’approdo sulle coste italiane verso Valencia con il via libera della Spagna ad accoglierli.

La dirigente scolastica ha scritto: “#Spagna civile.#Italia governata da criminali che riducono alla fame 600 disperati“. Il commento a titolo personale della dirigente scolastica non ha incontrato il gradimento dell’onorevole leghista.

L’On. Vittoria Casa, M5S, (dirigente scolastica della scuola Cirrincione di Bagheria, Palermo) intervenuta con un comunicato nel dibattito sul ruolo degli insegnanti e la possibilità di affrontare temi di attualità e questioni politiche. “Chiedere agli insegnanti e ai dirigenti scolastici di astenersi da ogni commento su temi di attualità e di pubblico interesse ha suscitato molte reazioni critiche nel mondo della scuola – afferma l’On. Casa – e, al di là del caso concreto, neanche io condivido questa posizione. Naturalmente è sacrosanto che gli insegnanti non facciano campagna elettorale in aula o si mettano a tenere comizi per questo o quel partito.  Tuttavia – prosegue Casa – è altrettanto indubbio che non è accettabile pensare di comprimere la loro fondamentale libertà d’espressione. Al contrario è da considerarsi doveroso e meritorio affrontare con i propri studenti questioni politiche, anche scottanti, come quelle legate al fenomeno migratorio, perché dibattere, conoscere e capire la complessità della contemporaneità fa parte del processo di crescita culturale, morale e sociale dei bambini e dei ragazzi.  Lo studio, le nozioni, i libri di testo sono importanti ma non bastano – conclude la parlamentare pentastellata – solo grazie al dialogo e al confronto tra opinioni diverse è possibile concorrere a formare i cittadini del futuro, accrescendone senso civico e capacità critica”.

Sorge spontanea la domanda dubbiosa circa la possibilità che abbia questo Governo di portare a conclusione progetti e leggi, considerando la contrapposizione, a volte netta, tra i due alleati, Lega e M5s, evidente anche nelle questioni che per molti, sarebbero addirittura fuori discussione”.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.