Gli effetti delle paure, gli italiani vogliono le armi in casa e i vigilantes

0
16


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

I temi della sicurezza devono rimanere ai primi posti aveva detto il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, in occasione del ricordo delle vittime delle Stragi di via D’Amelio e di Capaci.  Il tema della percezione della sicurezza aveva continuato Gabrielli non è solo un elemento psicologico ma è una realtà . Noi abbiamo la responsabilità della sicurezza e quindi dobbiamo modulare il nostro modo di essere sul territorio e prestare l’orecchio a quelle istanze che vengano dalle comunità.

Ma sono davvero diminuiti i reati nel nostro Paese. Da un rapporto della Federsicurezza, ma anche i dati diramati da alcune questure, sembra che si sia registrato un calo del 10,2%  rispetto all’anno precedente. In particolare, gli omicidi si riducono dai 611 del 2008 ai 343 dell’ultimo anno (-43,9%), le rapine passano da 45.857a 28.612 (-37,6%) e i furti scendono da quasi 1,4 milioni a poco meno di 1,2 milioni (-13,9%).

Da un lato sembra quindi che la sicurezza reale venga quotidianamente mantenuta dalle Forze dell’Ordine ma la gente continua a essere allarmata e a sottolineare come manchi la percezione della sicurezza. Ben il 31,9% delle famiglie italiane percepisce il rischio di criminalità nella zona in cui vive.

Spesso si accusano i media e gli operatori del settore della comunicazione di amplificare  determinati fenomeni generando paura e preoccupazione nei cittadini.  I giornalisti e i cronisti dovrebbero limitarsi  a fotografare la realtà esistente. Ma in realtà accade così?

In base al rapporto della Federsicurezza vi è una concentrazione  della commissione dei reati in determinate zone e non sono quelle del sud.

Capitale del crimine è Milano, al primo posto con 237.365 reati commessi nel 2016 (il 9,5% del totale), poi Roma (con 228.856 crimini, il 9,2%), Torino (136.384, pari al 5,5%) e Napoli (136.043, pari al 5,5%).

Anche considerando l’incidenza del numero dei reati in rapporto alla popolazione, Milano resta in vetta alla classifica, con 7,4 reati denunciati ogni 100 abitanti, seguita
da Rimini (7,2), Bologna (6,6), Torino e Prato (entrambe con 6 reati ogni 100 abitanti).

E allora la domanda sorge spontanea come difendersi? Forse la troppa paura spinge a trovare strumenti alternativi se non aggiuntivi pur di non incorrere in spiacevoli sorprese.

Ecco che accanto alle  Forze dell’ordine, sulle strade italiane si muove già un esercito silenzioso di oltre 64.000 addetti (+16,7% nel periodo 2011-2017) di quasi 1.600 imprese di vigilanza (+11,3% nello stesso periodo). Eppure la Polizia gode di un’ampia fiducia da parte della gente ma evidentemente non basta . E poi non è un mistero che tra il 2008 e il 2016 si registrano 22.000 uomini e donne in meno nei diversi Corpi di polizia (in particolare, 86.000 under 45 in meno). Insomma mancanza di personale, ma forse qualcosa si muoverà dopo i i concorsi recentemente banditi.

E allora che spuntano come funghi gli operatori della vigilanza privata sottolinea il -rapporto della Federsicurezza- a cui si aggiungono gli istituti che offrono servizi fiduciari non armati, un settore fortemente in crescita negli ultimi anni e che conta oltre 21.000 addetti.

A proposito sempre di sicurezza percepita, qual è  il reato che ripetutamente sale alla ribalta della cronaca con la conseguente risposta, inquadrata in quello che i giuristi chiamano “legittima difesa”. Stiamo parlando della rapina sia essa all’interno di un esercizio commerciale o peggio ancora, di un’abitazione.

Ecco che qui arriva la grande sorpresa. Ebbene il 39% degli italiani è favorevole al possesso di un’arma per la difesa personale. Il dato è in netto aumento rispetto al
26% rilevato nel 2015. Aumenta anche il numero degli italiani che possono sparare: nel 2017 nel nostro Paese si contavano 1.398.920 licenze per porto d’armi,
considerando tutte le diverse tipologie (dall’uso caccia alla difesa personale), con un incremento del 20,5% dal 2014 e del 13,8% solo nell’ultimo anno.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.