Task force della polizia da Palermo a Mondello, arrestato tunisino e denunciati ladri di telefoni in spiaggia

0
21


Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La Polizia ha intensificato i controlli a Ballarò e a Mondello. In particolare a piazza Casa Professa nascosto tra terra e fogliame, hanno trovato in una sorta di aiuola ricavata sul terreno, hanno rinvenuto un manganello in metallo sulla cui provenienza sono in corso indagini. Sempre nei pressi, all’angolo tra la via Nunzio Nasi e piazza Ballarò, sono state, invece, rinvenute, all’interno di un grosso vaso, undici piantine di marijuana in fase di accrescimento.

Tutto è stato sottoposto a sequestro ed opportuni rilievi sono stati effttuati da personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica.

Sempre in piazza Casa Professa, è stato tratto in arresto, per i reati di violenza, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale, un cittadino tunisino, Salah Zied, 33enne.

Lo straniero, in preda ai fumi dell’alcool, avrebbe danneggiato il cellulare di altro giovane, lanciandolo per terra e la vettura di una residente, colpendola ripetutamentecon calci e pugni.

All’arrivo dei poliziotti, avrebbe resistito al tentativo di identificazione, scagliandosi contro di loro.

A Mondello, la recente intensificazione del dispositivo di sicurezza per turisti, residenti e bagnanti ha colto nel segno, a tempo di record.

Alcuni bagnanti, ieri ad ora di pranzo, si sono riversati in Commissariato, a Mondello, per denunciare il patito furto dei telefoni cellulari, lasciati incustoditi in spiaggia ed hanno indicato due giovani sospetti, allontanatisi con mezzi pubblici dalla borgata marinara.

La segnalazione di quanto accaduto è stata diramata, via radio, dalla Centrale Operativa della questura ed è stata raccolta dalle volanti in servizio lungo le bisettrici di ingresso ed in uscita da Mondello.

Due “Volanti” hanno raggiunto e fatto fermare un affollato autobus di linea al cui interno sono stati individuati due giovani sospetti, uno dei quali recava con sé una grossa borsa contenente nove telefoni cellulari ed una cassa bluetooth, sulla cui provenienza non ha saputo fornire spiegazioni convincenti.

I cellulari sono stati riconosciuti dai legittimi proprietari.

I due giovani sono stati denunciati, a piede libero, per il reato di furto continuato, aggravato, in concorso.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome:

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.